clicca per info

ARO BA 2: BITETTO PARTE CON IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO. ONLINE IL BANDO PER RICEVERE LA COMPOSTIERA DOMESTICA. SCADENZA IL 30 NOVEMBRE

È online il bando del Comune di Bitetto per l'assegnazione in comodato d'uso gratuito delle compostiere domestiche per avviare la pratica del compostaggio domestico...

ANCHE BITETTO PARTE CON IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO. AL VIA IL BANDO PER RICEVERE LA COMPOSTIERA

È online il bando del Comune di Bitetto per l'assegnazione in comodato d'uso gratuito delle compostiere domestiche per avviare la pratica del compostaggio domestico...

BITETTO: NELLA NOTTE ASSALTO AL BANCOMAT DEL "BANCO DI NAPOLI"

Nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 novembre 2017 a Bitetto ancora assalto ad un Bancomat: questa volta è toccato all'ATM del Bando di Napoli in pieno centro...

BITETTO: IL SISTEMA DI RACCOLTA PORTA A PORTA ALL'ECOMONDO DI RIMINI

L’azienda pugliese Navita srl ha presentato nell’ambito della Fiera Ecomondo di Rimini le modalità di passaggio dal sistema di raccolta stradale a quello porta a porta nei comuni da lei gestiti nell’ambito dell’Aro B...

BITETTO: AL VIA LA CAMPAGNA AGAR CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Ha preso il via la nuova campagna di sensibilizzazione promossa dal CAV AGAR in attuazione del Programma Antiviolenza finanziato dalla Regione Puglia e cofinanziato dall’Ambito Territoriale di Modugno e realizzata anche nei Comuni di Bitetto...

ALLARME SICCITA': DAL 1° NOVEMBRE NUOVI TAGLI ALLA PRESSIONE IDRICA DELL'AQP

Da mercoledì 1° Novembre partiranno le nuove misure di contenimento dei consumi idrici per far fronte all’emergenza. Acquedotto Pugliese si prepara a ridurre ulteriormente la pressione dato il perdurante stato di siccit&...

PUBBLICITA’ SU BITETTONLINE: NOI FACCIAMO LO SCONTO E QUELLO CHE SPENDI TI VIENE RIMBORSATO

Sconto del 40% sulla pubblicità e quello che spendi ti viene rimborsato dallo Stato tramite le detrazioni fiscali fino al 90%. Scopri tutti i dettagli e sfrutta subito il BONUS PUBBLICITA’…

DOMENICA 29 OTTOBRE 2017 TORNA L'ORA SOLARE, LANCETTE INDIETRO DI UN'ORA

Ricordiamo a tutti i nostri fedeli lettori che durante la notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre 2017 tornerà l’ora solare. Bisognerà spostare le lancette dell’orologio un’ora indietro, vale a dire dalle ore 3:00...

BITETTO: IL 1° NOVEMBRE CHIUSI I CENTRI DI RACCOLTA RIFIUTI ED INFOPOINT

La Navita srl informa i cittadini di Bitetto che il giorno 1° novembre i CCR e gli infopoint dedicati alla raccolta differenziata porta a porta resteranno chiusi per tutta la giornata...

  • ARO BA 2: BITETTO PARTE CON IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO. ONLINE IL BANDO PER RICEVERE LA COMPOSTIERA DOMESTICA. SCADENZA IL 30 NOVEMBRE

    Martedì 21 Novembre 2017 10:52
  • ANCHE BITETTO PARTE CON IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO. AL VIA IL BANDO PER RICEVERE LA COMPOSTIERA

    Martedì 21 Novembre 2017 10:28
  • BITETTO: NELLA NOTTE ASSALTO AL BANCOMAT DEL "BANCO DI NAPOLI"

    Martedì 21 Novembre 2017 09:52
  • BITETTO: IL SISTEMA DI RACCOLTA PORTA A PORTA ALL'ECOMONDO DI RIMINI

    Venerdì 10 Novembre 2017 17:18
  • BITETTO: AL VIA LA CAMPAGNA AGAR CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

    Martedì 07 Novembre 2017 16:45
  • ALLARME SICCITA': DAL 1° NOVEMBRE NUOVI TAGLI ALLA PRESSIONE IDRICA DELL'AQP

    Martedì 31 Ottobre 2017 16:10
  • PUBBLICITA’ SU BITETTONLINE: NOI FACCIAMO LO SCONTO E QUELLO CHE SPENDI TI VIENE RIMBORSATO

    Martedì 31 Ottobre 2017 13:26
  • DOMENICA 29 OTTOBRE 2017 TORNA L'ORA SOLARE, LANCETTE INDIETRO DI UN'ORA

    Sabato 28 Ottobre 2017 06:02
  • BITETTO: IL 1° NOVEMBRE CHIUSI I CENTRI DI RACCOLTA RIFIUTI ED INFOPOINT

    Venerdì 27 Ottobre 2017 16:55

SEL BITETTO: "ARRIVA LA ZTL, MA LA PAVIMENTAZIONE PER ORA ATTENDE"

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione    Giovedì 21 Novembre 2013 08:37

Pubblichiamo il Comunicato Stampa da parte di "Sinistra Ecologia Libertà Bitetto" riguardante ancora una volta il Centro Storico cittadino: il gruppo politico locale ha chiesto informazioni e spiegazioni all'Amministrazione riguardante la mancata pavimentazione dell'area...

 

C O M U N I C A T O

 

Il 13 novembre si è tenuto un secondo incontro sul tema centro storico.

A presiedere l’incontro il sindaco Occhiogrosso, affiancato dal consigliere Turchiano e dal consigliere Michele Maffei.

L’iniziativa è stata promossa da alcuni abitanti del centro storico, ed aveva una scaletta concordata, ovvero:

  • viabilità e sicurezza centro storico, parcheggi, ztl
  • situazione manto stradale, fogna bianca
  • situazione igienico-sanitaria : nettezza urbana, disinfestazioni, lavaggio strade, randagismo
  • pirp

Pirp e manto stradale sono legate a filo doppio, in quanto la pavimentazione del centro storico è uno dei progetti previsti nel pirp. Purtroppo, per motivi che sarebbe lungo e fuorviante spiegare, ma sui quali varrebbe la pena tornarci, i pirp sono in fase di stallo. Al momento l’azienda sopravvissuta propone di continuare i lavori dando come contropartita dei locali. La loro gestione sarebbe una rogna per il comune e dal gruppo SEL si è suggerito, se possibile, di farsi avere la contropartita in mano d’opera da impiegare per lavori a beneficio della comunità. Oltre questo, poca da fare per il pavimento. Purtroppo bisogna attendere le occasioni di finanziamento e cercare di non farsele sfuggire. Sarebbe onesto dire queste cose anche in campagna elettorale per evitare facili entusiasmi e immeritati ritorni pubblicitari.

Stando con i piedi per terra, rimane il disagio degli abitanti del centro storico, ogni giorno alle prese con buche sempre più voraci. Su questo gli abitanti hanno strappato la disponibilità del sindaco a farsi una passeggiata meticolosa per le vie antiche, a censire le buche ed ordinare riparazioni. Come SEL chiediamo di valutare attentamente gli interventi. Se sono buche nel cemento o nell’asfalto già presente è giusto e doveroso procedere senza indugio. Ma se sono chianche malmesse, chiediamo che almeno si coinvolgano maestranze all’altezza della situazione, e non si proceda con interventi dannosi e irreversibili.

Per chiudere con l’argomento pavimentazione, vorrei ricordare che qualche anno fa, in occasione dei lavori di fogna nel centro storico, le chianche furono smontate e conservate nel parcheggio alle spalle di San Domenico, con l’idea di dividerle in due e miracolosamente duplicare l’area pavimentabile. Che fine abbia fatto tutto ciò non si sa. Ci informeremo e vi terremmo aggiornati. Nel frattempo chiediamo che qualcuno, con la memoria più lunga, ci illumini.

Una piacevole novità rappresenta l’istituzione della chiusura al traffico del centro storico. L’architetto Turchiano ha presentato una bozza attualmente al vaglio di polizia municipale ed ufficio tecnico. Ma al di là di come sarà realizzato, rimane la volontà politica del sindaco di procedere su questa strada. La scelta è tutt’altro che facile, perché bisogna tenere conto delle sensibilità di tutti, dai commercianti che si sono fatti già sentire, agli abitanti, ai fedeli. Ma è senz’altro la via maestra. Si spera che questa soluzione costituisca anche una forma di controllo sui lavori impropri che ancora oggi sono effettuati, in deroga a regolamenti e protezione paesaggistica del borgo antico.

In chiusura, SEL ha chiesto chiarimenti sulla vicenda delle intimazioni giunte agli abitanti del centro storico che avevano un contratto di fornitura acqua con il comune. Qualche mese fa a questi indirizzi è stata recapitata una lettera che imponeva il cambio contatore e l’allacciamento all’acquedotto. Quando abbiamo chiesto in giro, ci è stato detto che l’operazione era inevitabile perché la rete idrica pregressa aveva perdite e quindi si consumava per 100 mila euro quando si consumava per 30 mila. Da cui la ristrutturazione della rete e la conversione dei contratti. Quello che non ci suona bene sono i modi ed i costi. Dare 20 giorni di tempo per affrontare una spesa di 400 euro, pena la chiusura dell’acqua, a noi sembra una forzatura ai limiti della legalità. Ovviamente, a chi ha puntato i piedi, non è stata tagliata nessuna acqua, che sarebbe stata interruzione di pubblico servizio con tutto quello che ne consegue. A chi invece ha pagato, la conversione non è ancora avvenuta, e quindi sono arrabbiati per l’improvvido salasso e per l’evidenza che i giorni non erano così contati. La temporanea risposta del sindaco è che l’acquedotto già dal 2009 ha sollecitato il Comune per la conversione dei contatori, ovvero quando ad amministrare erano altri. Da allora si è fatto orecchio da mercante, fino a che è arrivata una bolletta da 100 mila euro che imponeva un intervento, pena finire davanti alla corte dei conti. Sarà anche vero, ma lo stile non è acqua, ed una via più a misura di cittadini si poteva trovare. Per esempio dare più tempo e garantire subito la possibilità di dilazionare i pagamenti, senza dover aspettare la grazia dell’acquedotto. Oltre ciò, rimane sempre il dubbio del perché devono essere i cittadini a pagare un cambio contatore, a fronte di lavori di ristrutturazione. Va ricordato che le bollette prevedono sempre e per sempre una quota parte per la manutenzione. Che fine ha fatto? E perché il sito dell’acquedotto riporta come costi di allacciamento un totale di scarsi 90 euro, mentre ai nostri concittadini è costato quasi 400 euro? Tutto regolare? Speriamo di sì, ma per cortesia dateci spiegazioni circostanziate.

 

Luca Schiavone

Direttivo Sinistra Ecologia e Libertà sez."Di Vittorio"-Bitetto

 

 

 

 

 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Bitettonline.it" (clicca qui).

Share
 

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Bitettonline su Facebook

IPERGOMME

I nostri lettori

1278850
OggiOggi530
IeriIeri891
Questa settimanaQuesta settimana1421
Questo meseQuesto mese19584
TotaleTotale1278850
Bitettonline.it